Associazione Dirigibili Archimede  

Chi siamo

Il dirigibile

La storia

I record

Immagini

Filmati

Associazione Dirigibili Archimede

News

Associazione Dirigibili Archimede

Eventi

Glossario

Turismo

Associazione Dirigibili Archimede

Gli studi

I dati

I libri e le tesi

Links


Contattaci

Gli Studi in rete

Questa sezione del sito è dedicata a contributi specialistici, approfondimenti, presentazioni su tecnologia, economia, storia dei dirigibili reperibili in rete. Ringraziamo gli autori che hanno consentito l’utilizzo nel sito della loro opera.

Sezioni
1. Le Relazioni e gli articoli
2. Le Presentazioni in Power Point
3. Gli Atti dei convegni

1. Le Relazioni e gli Articoli

Sulla aeronavigazione di domani (G. Valle, presentazione e traduz in inglese di A. Frediani)

Articolo del 1922 di G. Valle (ufficiale dirigibilista, poi Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica italiana) sui dirigibili, dal titolo “Sulla aeronavigazione di domani” (presentazione e traduzione in inglese di A. Frediani, con il titolo “Air Navigation and Debate Between Airship and Airplane”). L’articolo fornisce un’ampia trattazione sulle capacità dei dirigibili e relativi problemi. A parte il dibattito dirigibili/aerei, molto sentito all’epoca e oggi irrimediabilmente datato (anche tecnologicamente), e la prosa e alcuni temi tipici del periodo, l’articolo (se guardato con gli occhi dell’oggi) mantiene un grande interesse, anche attuale. L’autore si sofferma in particolare sui vari aspetti del tema della sicurezza dei dirigibili fornendo in particolare elementi sulle modalità di navigazione con procedure e strumenti dell’epoca (pre-GPS), sull’influenza del meteo (vento, nebbia, …) sul volo del dirigibile, portando ad esempio i voli di trasferimento degli Zeppelin consegnati da Germania a Italia post-I G.M. (LZ 120 - Bodensee, poi Esperia, da 22.000mc e LZ 90, poi Ausonia, da 55.000mc), con forti venti e visibilità scarsa o nulla. Importanti anche i riferimenti alle infrastrutture, con particolare apprezzamento per quelle realizzate in Germania. Ampio spazio è dedicato all’economia dei dirigibili, citando sia analisi e calcoli sviluppati da esperti (Maitland, Crocco, Nobile), sia dati di bilancio relativi al breve periodo di servizio commerciale del Bodensee. La parte economica si chiude guardando alle future prospettive di collegamenti transoceanici con dirigibili facendo in particolare riferimento al progetto di una linea commerciale Spagna – Sudamerica allora in fase di studio e che sarebbe diventato realtà negli anni ’30.

In: Rivista AIDAA “Aerotecnica, Missili e Spazio” vol. 101 pag 293-303, v. link nel titolo

Data: Articolo base: Dicembre 1922, Presentazione e traduzione: Novembre 2022

Transport Airships for Scheduled Supply and Emergency Response in the Arctic (B.E. Prentice, Y-Y Lau, A.K.Y. Ng)

Studio dedicato alle possibilità di impiego dei dirigibili come efficaci mezzi di risposta alle emergenze in ambiente artico, con sviluppo di un’analisi della sostenibilità economica della proposta e delle relative condizioni. In particolare, per contenere i costi della soluzione suggerita, si propone uno schema dual-use con i dirigibili impiegati normalmente per la logistica che diventano immediatamente disponibili nel momento della crisi. Per l’analisi della sostenibilità economica del servizio commerciale “ordinario” è impiegato un modello economico applicato a un caso di studio che confronta, per un’area dell’artico canadese, il trasporto con dirigibili da 30 ton al trasporto su gomma (incluso costo di realizzazione delle infrastrutture). Interessante la dettagliata analisi dei costi del dirigibile ipotetico (ma plausibile) impiegato per il confronto. Da segnalare l’ampia biblio/sitografia allegata

In: MDPI – Editore di riviste scientifiche ad accesso libero

Data: Maggio 2021

Il sito storico di Virgohamna (Svalbard) e le spedizioni artiche di Andrée e Wellman. Considerazioni a seguito di una ricognizione speditiva con droni (G. Casagrande)

Eccellente resoconto sulla ricognizione effettuata nel 2018, nel corso della spedizione multiobiettivo “Polarquest 2018”, sul sito di Virgohamna (Svalbard) da cui partirono i primi due tentativi di raggiungere il Polo Nord per via aerea utilizzando sistemi aerostatici: un pallone a gas per la spedizione Andrée (1897) e un dirigibile per i tentativi di Wellman (1907-1909). Il lavoro descrive dettagliatamente le due spedizioni, i loro aspetti tecnici, organizzativi e i loro esiti, passa quindi a una minuziosa illustrazione del rilevamento aerofotografico del sito effettuata dall’autore utilizzando due quadricotteri e della successiva elaborazione delle immagini ottenute. Da segnalare, oltre alla rievocazione di due imprese che sono parte della storia dell’aerostatica e dei tentativi di esplorazione artica, l’accurata descrizione dello stato di conservazione delle strutture realizzate per le due spedizioni e l’abbondante bibliografia

In: “Bollettino della Società Geografica Italiana” - "Firenze University Press"

Data: 2019

Using the jet stream for sustainable airship and balloon transportation of cargo and hydrogen (J.D. Hunt, E. Byers, A-Lateef Balogun, W.L. Filho, A. Viviani Colling. A. Nascimento, Y. Wada)

Si tratta di un approfondito studio condotto da ricercatori dell’“IIASA” di Laxenburg (Austria) e di diverse altre istituzioni. La ricerca propone di impiegare dirigibili (o palloni) stratosferici per il trasporto di cargo e idrogeno in forma gassosa, evitando i costosi processi di liquefazione e sfruttando per la propulsione le proprietà delle correnti a getto che fluiscono ad alta quota, da occidente a oriente in corrispondenza delle medie latitudini. Obiettivo della proposta: contribuire a ridurre le emissioni di co2 del settore trasporti attraverso un trasporto a basso impatto (già caratteristica “normale” dei dirigibili) grazie appunto all’utilizzo delle correnti a getto. Fra gli aspetti approfonditi: le caratteristiche dei mezzi da utilizzare, il calcolo delle rotte ottimali (direzione e quota), e delle fasce di latitudini adatte alla circumnavigazione, lo studio dei tempi di percorrenza, le possibili risposte ai rischi connessi all’infiammabilità dell’idrogeno, … Sono considerati anche possibili sottoprodotti del servizio (raffreddamento, liquefazione idrogeno, pioggia artificiale, …) più o meno plausibili e rilevanti ma comunque da apprezzare come esplorazione di possibilità. Fra gli aspetti problematici, le grandissime dimensioni dei mezzi proposti (2,45 km di lunghezza) e le relative difficoltà di realizzazione e d’impiego. La ricerca propone un’applicazione di frontiera, certamente interessante ma da verificare nella sua fattibilità soprattutto economica. Utilissimo l’approccio proposto di navigazione meteorologica e lo studio dei movimenti dell’atmosfera per aumentare l’efficienza del trasporto aerostatico. La vera sfida tecnico - economica è la realizzazione di un mezzo delle caratteristiche richieste e di un sistema in grado di operare in condizioni di equilibrio economico. Da segnalare anche la molto ricca e utile bibliografia/sitografia sull’argomento

In: “Science Direct” rivista online di Elsevier Ltd

Data: 7 luglio 2019

No second-in-command: human fatigue and the crash of the airship Italia revisited (G.A. Bendrick & S. Alessandrini)

Interessante e ben scritto articolo che torna sul dibattuto tema delle possibili cause dell’incidente del dirigibile Italia. Gli autori riprendono la tesi, già avanzata in un precedente lavoro, del ruolo del fattore fatica e privazione di sonno nel percorso di causazione dell’incidente. Evidenziano come tale fattore, di particolare rilievo nel caso del comandante, sarebbe stato grandemente ridotto dalla presenza di un comandante in seconda che sull’Italia invece era assente, a differenza della precedente spedizione del “Norge”. Da segnalare l’ampia e attenta consultazione delle fonti, dai lavori della Commissione d’indagine alla memorialistica, ad analisi di esperti, a documenti d’archivio. Da segnalare anche la presenza di utili tabelle di sintesi su composizione e ruoli dell’equipaggio, sulla sequenza di eventi degli ultimi minuti di volo, sulle possibili cause immediate dell’incidente e relative probabilità. Un’ampia tabella è dedicata a un interessante esercizio di applicazione del metodo dell’ “Human Factors Analysis and Classification System” alle conclusioni della Commissione d’indagine. In conclusione un’utile lettura per quanti sono interessati alla ricostruzione della vicenda del Dirigibile Italia ma anche, come gli stessi autori suggeriscono, per chi voglia guardare alle lezioni attuali (e future) di tale evento lontano

In: “Polar Research” published by “Norvegian Polar Institute”

Data: 19 Dicembre 2019

High-Altitude Platforms – Present Situation and Technology Trends (F.Araripe d’Oliveira, F.C. Lourenço de Melo, T.Campos Devezas)

Si tratta di un’esauriente e aggiornata panoramica sulle piattaforme d’alta quota (HAP), sia più pesanti che più leggere dell’aria, destinate ad operare a quote intorno ai 20.000 m. per applicazioni nel campo della sorveglianza e delle telecomunicazioni. Il paper passa in rassegna i principali progetti avviati a partire dagli anni ’90 in diversi paesi, principalmente da agenzie governative, con la comparsa negli anni più recenti dei big di internet come Google o Facebook. Vengono richiamate le principali sfide tecnologiche poste dal particolare ambiente operativo e dai requisiti di missione (strutture leggere, gestione e immagazzinamento dell’energia, variazioni di temperatura, …) e i trend tecnologici di particolare interesse. Presente un’originale analisi bibliometrica che evidenzia l’andamento degli studi sulle piattaforme d’alta quota nel tempo e per paese (da segnalare la forte presenza della Cina, soprattutto sui dirigibili). Abbondante la bibliografia, spesso raggiungibile via internet

In: sito “Redalyc” da Journal of Aerospace Technology and Management - Instituto de Aeronáutica e Espaço, São Paulo, Brasil

Data: 2016

Human fatigue and the crash of the airship Italia (G.A. Bendrick, S.A. Beckett, E.B. Klerman)

Lo studio affronta le cause dell’incidente del Dirigibile Italia sotto il profilo medico, attribuendo un ruolo primario allo stato di stanchezza del personale e in particolare del comandante. Vengono descritti i risultati delle più recenti ricerche sugli effetti della deprivazione di sonno e dell’alterazione dei ritmi sonno – veglia per periodi prolungati, evidenziando in particolare l’impatto di tali situazioni sulle capacità cognitive e sulla qualità delle decisioni. Gli autori passano poi ad applicare in modo puntuale la chiave di lettura generale alla sequenza di eventi e decisioni che portarono alla caduta del dirigibile indicando quelle che a loro avviso furono le decisioni errate che portarono alla catastrofe. Pienamente convincente l’analisi generale, non del tutto la parte applicativa, di un articolo comunque assai utile.

In: sito NCBI National Center for Biotechnology Information – U.S. National Library of Medicine

Data: Luglio 2016

"L’avventura del dirigibile " (Gen. Isp. B. Di Martino)

Completa ed Accurata ricostruzione delle operazioni dei dirigibili militari italiani, sia dell’Esercito che della Marina, durante la I Guerra Mondiale. Descritte dettagliatamente le attività svolte dai dirigibili, i programmi di produzione, l’evoluzione dei mezzi, dell’organizzazione, delle dottrine e dei criteri d’impiego nel corso del conflitto.

In: Convegno ISMA – Firenze. “L’aviazione italiana nella Grande Guerra, il 1917. Negli “atti del convegno”, oltre alla relazione sono presenti anche le slides e il video della presentazione.

Data: Aprile 2017

"Rush to Failure: the tragic Story of the US Army Airship ROMA" (R. Franklin)

Studio su incidente del dirigibile semirigido Roma, progettato e costruito in Italia nel 1919, venduto alle Forze armate USA e andato distrutto nel ’22 con pesanti perdite umane. Lo studio descrive la “carriera USA” del dirigibile, i malfunzionamenti evidenziati che portarono alla sostituzione dei motori, la dinamica dell’incidente. Nel rapporto oltre alle cattive condizioni iniziali del mezzo (motori e involucro) si evidenziano i possibili errori da modifica (es eccessiva potenza nuovi motori) o da insufficiente familiarità dell’equipaggio con il mezzo.

Presentazione tenuta presso AFIT - Air Force Institute of Technology

Data: Giugno 2017

"[Dossier Dirigeable] Episode 1: l’Histoire des dirigeables, pionniers de l’aéronautique" (T. Proux)

Serie di 7 ottimi articoli sui dirigibili pubblicati fra luglio e settembre 2015 sul sito francese “Portail Aviation”. Il link del titolo rinvia al 1° articolo dedicato allla storia, gli altri riguardano rispettivamente: caratteristiche tecniche, punti di forza e limiti, la situazione attuale, il futuro, i dirigibili da trasporto, la sicurezza. Interessanti anche molti dei commenti dei lettori e le relative risposte

Articoli pubblicati sul sito Portail Aviation.com

Data: Luglio - Settembre 2015

"Airships: a New Horizon for Science” (S. Miller-UCI/Caltech, R. Fesen-Dartmouth, L. Hillebrand-Caltech, J. Rhodes-JPL)

Lo studio, condotto con la collaborazione di numerosi esperti del settore, esamina le potenzialità del dirigibile, in particolare stratosferico, come piattaforma per attività di ricerca. Evidenzia in particolare i vantaggi che le caratteristiche del dirigibile offrono per le scienze della terra e dell'atmosfera e per la ricerca astrofisica e planetaria. Include proposte per la realizzazione di dirigibili per la scienza che vanno dalla creazione di consorzi di utilizzatori scientifici all'istituzione di competizioni a premio per la realizzazione di dirigibili di adeguate caratteristiche

Studio realizzato per il "Keck Institute for Space studies"

Data: Febbraio 2014

"Plates-formes aéroportées militaires pour les missions de surveillance de demain” (M. Asencio, con il supporto della “Direction générale de l’armement)

Approfondito rapporto che analizza i diversi tipi di piattaforme aeree militari di sorveglianza, sia “manned” che “unmanned”, mettendone in luce punti di forza e punti critici in relazione a diversi scenari di missione. Attenzione è rivolta anche agli aspetti industriali e di costo oltre che ai profili di “indipendenza nazionale” connessi alle diverse scelte. Ampio spazio è dedicato alle piattaforme aerostatiche, palloni e dirigibili, mettendo in luce risultati di esperienze e potenzialità di questi mezzi. Numerose le schede illustrative dei diversi sistemi considerati.

Nella collana Recherche et Documents della "Fondation pour la Recherche Strategique"

Data: Novembre 2013

"Centenario del Astra-Torres XIV. Récord de velocidad en Farnborough” (F.A. González Redondo e A. González Cascòn)

Articolo dedicato agli sviluppi dei dirigibili del sistema “Torres Quevedo” in Francia e Regno Unito

In "Flynews magazine"

Data: Marzo 2013

"Future Aerostat and Airship Investment Decisions Drive Oversight and Coordination Needs(C. T. Chaplain et al)

Rapporto sui programmi d’investimento della Difesa USA su aerostati e dirigibili, predisposto dal GAO (General Accountability Office), agenzia governativa indipendente che svolge per il Congresso USA analisi sulla gestione dei fondi federali. L’indagine, assai completa e approfondita, ha considerato i principali (da almeno 1M$) programmi realizzati o avviati nel periodo 2007-2013. Sono descritte le principali caratteristiche dei 15 programmi, è quantificato l’impegno complessivo per ricerca e sviluppo, acquisizione, gestione in circa 7 Mld$ (di cui 1,3 nel 2012), sono formulate raccomandazioni, condivise dal Dipartimento della Difesa, soprattutto nel senso di un più efficace coordinamento e di una migliore integrazione strategica dei diversi programmi

Documento GAO elaborato su richiesta del Senato USA

Data: 0ttobre 2012

"Airship Research and Development in the Areas of Design, Structures, Dynamics and Energy Systems (C. Stockbridge, A. Ceruti, P. Marzocca)

L’articolo dopo una premessa su storia, elementi base della tecnologia dei dirigibili convenzionali e su progetti o concept di dirigibili non convenzionali, conduce un’ampia rassegna su studi e testi dedicati ai diversi aspetti della tecnologia dei dirigibili. Particolare attenzione è rivolta alle tecniche di simulazione, e alle tematiche di progettazione, strutture, aerodinamica, dinamica, sistemi energetici, con particolare riferimento al solare

In "International Journal of Aeronautical and Space Sciences"

Data: giugno 2012

"Hybrid Airships: Intratheater Operations Cost-Benefits Analysis" (P. W. Lynch, Maj. USAF)

Lo studio esamina il possibile impiego di un dirigibile ibrido da trasporto in uno scenario “intrateatro” di assistenza umanitaria. Il confronto è condotto rispetto a mezzi aerei e navali e con riferimento a costi e tempi d’intervento

Ricerca realizzata nell'ambito del "Master in Science of Logistics" presso lo "Air Force Institute of Technology"

Data: giugno 2011

Pag: 78

"Proyección internacional de un inventor español” (F.A. González Redondo)

L’rticolo descrive lo sviluppo e i primi passi dei dirigibili tipo “Torres-Quevedo”, dall’ideazione ai brevetti alla realizzazione dei primi esemplari

In "Aena Arte n. 30” Rivista del gruppo AENA

Data: Estate 2011

"La aerostación española triunfa en París"(F. A. González Redondo)

Articolo dedicato alle origini e caratteristiche dei dirigibili “trilobati” dell’ingegnere-inventore spagnolo L. Torres Quevedo ed allo spostamento dello sviluppo del mezzo a Parigi dove, a seguito di un accordo con la società Astra, fu prodotta la fortunata serie Astra-Torres.

In "FlyNews Magazine" di gennaio 2011

Data: gennaio 2011

"Special section on High-Altitude Platforms (II)" (AA. VV.)

Secondo numero speciale di "The Radio and Science Bulletin" dedicato alle Piattaforme d’alta quota (HAPs) per telecomunicazioni.

In "The Radio and Science Bulletin" n. 334, periodico di U.R.S.I. Union Radio-Scientifique Internationale

Data: settembre 2010

"Special section on High-Altitude Platforms (I)" (AA. VV.)

Primo numero speciale di "The Radio and Science Bulletin" dedicato alle Piattaforme d’alta quota (HAPs) per telecomunicazioni.

In "The Radio and Science Bulletin" n. 332, periodico di U.R.S.I. Union Radio-Scientifique Internationale

Data: marzo 2010

"La perdita dell'aeronave U.5"(M. Ceppatelli)

Articolo sulla caduta presso Pisa, nel 1916, del dirigibile militare italiano U5 prodotto dagli stabilimenti Usuelli. Nell’articolo sono riportate, fra l’altro, anche le conclusioni della commissione d’inchiesta sull’incidente.

In "Storia e Battaglie" di febbraio 2010

Data: febbraio 2010

"Airships for military logistics heavy lif"(A. Ghanmi, A. Sokry)

Studio realizzato da DRDC-CORA, su richiesta del Canadian Operational Support Command (CANOSCOM), per valutare l'idoneità dei dirigibili come mezzi per il trasporto pesante. L'indagine è applicata a un caso di rifornimento di basi nell'estremo nord del Canada.

Defence R&D Canada - Centre for Operational Research and Analysis"

Data: gennaio 2010

Concepts and main applications of Hig-Altitude-Platform radio relays (J. Gavan; S. Tapuchi; D. Grace)

Dettagliato contributo dedicato alle piattaforme d'alta quota (HAPs)per telecomunicazioni (e altro) a confronto con soluzioni alternative o complementari come i satelliti (GEO e LEO) e le infrastrutture terrestri.

In "The Radio and Science Bulletin" n. 330, periodico di U.R.S.I. Union Radio-Scientifique Internationale

Data: settembre 2009

The influence of global atmospheric warming on airship operations (M.J. Harris - Oxford Scientific Services Ltd)

Ampia analisi degli effetti che i mutamenti meteorologici indotti dal riscaldamento globale avranno sulle operazioni dei dirigibili. Esaminati in particolare gli aspetti relativi alle operazioni nell’Artico, all’accresciuta frequenza di eventi estremi nelle zone tropicali e temperate, alla necessità di disporre di accurate previsioni a scala locale e regionale

Relazione presentata nel corso della VII International Airship Convention tenutasi a Friedrichshafen

Data: ottobre 2008

Etude prospective relative au potentiel et à la faisabilité de la production de dirigeables gros porteurs (DGP) en Ile-de-FRANCE

Studio sulla fattibilità economica della produzione di dirigibili da trasporto

Rapporto prodotto da Ernst & Young su incarico del Consiglio Regionale dell’Ile-de-France

Data: giugno 2008

The development of an airship sector: Technology or Economy? (N. Masi - Associazione Dirigibili Archimede)"

Considerazioni sugli ostacoli e le condizioni di (ri)nascita del "settore dirigibili"

Relazione presentato al "X DGLR Workshop", giugno 2007, Monaco, DE

Data: giugno 2007

Progetto Dirigibile A.R.I.A. (D. Rucatti, O, Bottesi)

Dettagliata descrizione della progettazione e costruzione di un dirigibile RC/Robotico sia per la parte aeronautica che per quella elettronica. Lavoro di grande interesse realizzato dagli autori in occasione dell’esame di maturità, con il supporto della Banca Rurale della Valle dei Laghi. Ampio dibattito sul lavoro si trova sul Forum dell’ottimo sito di robotica www.robot-italy.net.

Tesina presentata in occasione dell'esame di maturità presso l'istituto Tecnico Industriale M. Buonarroti di Trento, luglio 2006, Trento

Data: luglio 2006

I dirigibili fra tecnologia ed economia (N. Masi - Associazione Dirigibili Archimede)

Considerazioni sulle attuali potenzialità dei dirigibili nei diversi campi di applicazione e sulle connesse problematiche economiche (presentazione tenuta l'8 ottobre 2005 nel corso del Convegno di Schio "I dirigibili: dal passato al futuro").

Data: ottobre 2005

L'utilisation scientifique des dirigeables: historique, bilan et perspective (E. Faure)

Presentazione degli impieghi scientifici dei dirigibili e dei possibili sviluppi futuri, con considerazioni sui temi dei costi, della sicurezza, di possibili modalità di gestione di dirigibili per la ricerca.

Data: 2005

Options for Strategic Military Transportation Systems (U.S Congressional Budget Office)

Analisi comparativa di sistemi per ridurre i tempi di dispiegamento delle forze. Sono messi a confronto vantaggi, svantaggi e costi di sei alternative di trasporto, fra cui dirigibili ibridi da trasporto pesante

Data: settembre 2005

Potential military use of airships and aerostats (C. Bolkom)

CRS Report for Congress

Data: maggio 2005

Analisi del potenziale militare dei dirigibili e degli aerostati, con menzione di alcuni dei principali programmi in corso

Guidance, Navigation and Control of High-Altitude Airships (J. Mueller: Princeton Satellite System Inc.)

Data: 2004

Multi-Disciplinary Optimization of Airship Envelope Shape (T.S. Kanikdale, A.G. Marathe, R.S. Pant)

Indian Institute of Technology

Data: settembre 2004

Design Study of a Powerplant System of Non-Rigid Airships (A.C. Gawale, R.S. Pant)

Aerospace Engineering Department - Indian Institute of Technology

Data: agosto 2004

Mobilus Initiative: Airship as a New Aerospace Industry Segment (M. Woodgerd)

DOD/Office of Force Transformation

Data: luglio 2004

Measurements from an aerial vehicle: a new tool for planetary exploration (H.S. Wright, J.S. Levine, M.A. Croom, W.C. Edwards,G.D. Qualls, J.F. Gasbarre)

NASA - Langley Research Center

Ipotesi di utilizzo di dirigibili robotici per l'esplorazione delle superfici planetarie

Data: 2004

Fantasy to Prophesy, the need for a new lighter-than-air aerospace capability (M. Woodgerd)

DOD/Office of Force Transformation

Data: marzo 2004

Initial Feasibility Assessment of a High Altitude Long Endurance Airship (A. Colozza, Analex Corporation)

Presentato alla “AIAA-ATIO conference”, November 2003, Denver, CO, USA

Documento in www.aerostar.com

Data: dicembre 2003

Airship applications in the Arctic: preliminary economic assessment.(Barry E. Prentice, Jim Thomson)

Presentazione di un modello di simulazione finanziaria di un dirigibile da 84 tonnellate da destinare al rifornimento di carburanti per le miniere dei territori artici del Canada.

Data: 2003

The basics of gas and heat airship theory (L. Konstantinov)
pubblicato inizialmente in rivista online “Montgolfier”

Data: 2003

Aerostatic method of transportation of big quantities of gas and liquid fuel (A. Polyanker)
pubblicato inizialmente in rivista online “Montgolfier”

Data: 2003

Projet AVEA, Analyse de la demande, étude de marché – Rapport technique (O. Benmoussa: Ecole Politechnique Fédérale de Lausanne/DGC-LEM)

Data: 2001

Analisi di mercato per un progetto di dirigibile da trasporto pesante.

Projet AVEA, Analyse de la demande, étude de marché – Enquêtes (O. Benmoussa: Ecole Politechnique Fédérale de Lausanne/DGC-LEM)

Data: 2001

Schede intervista a potenziali utilizzatori di un dirigibile da trasporto pesante.

Collection of environmental data from an airship platform (G. Kantor, D. Wettergreen, J.P. Ostrowski, S. Singh)
in Proceedings of the SPIE Conference on sensor fusion and decentralized control, 28-29 oct. 2001

Data: 2001

Towards autonomous airships: research and development at LAAS/CNRS (S. Lacroix)
in http://www.laas.fr

Data: 2000

Studio sulle appplicazioni della robotica ai dirigibili, problemi ed esperienze.

The Airship "Simon" The Design and Construction of a Radio Controlled Blimp (C. Lutz, M. Rüegg)
in http://www.geo.uzh.ch

Data: 1998

Tesi che contiene una dettagliata descrizione della progettazione e costruzione di un dirigibile RC realizzato da studenti di un liceo svizzero (Realgymnasium Ramibühl-Zurich).

The airship's potential for intertheater and intratheater airlift (D. E. Ryan, jr)
in School of Advanced Airpower Studies - Air University - Maxwell Air Force Base

Data: maggio 1992

Analisi delle potenzialità dei dirigibili come elemento della catena logistica.

Airships and the modern military (E. H. Van Eaton)
in US Army War College - Carlisle Barracks - Class 1991, Individual Study Project

Data: marzo 1991

Analisi delle applicazioni dei moderni dirigibili a missioni d'interesse militare in pace e in guerra.

Structures Technology for Lighter-Than-Air Vehicles (T. E. Hess)
in Department of the Navy - Naval Air Development Center - Air Vehicle Technology Department

Data: marzo 1977

Studio sviluppato nell'ambito del programma US Navy "Advanced Navy Vehicle Concepts Evaluation Program". Il lavoro contiene una valutazione delle tecnologie attuali (1977) di progettazione strutturale di dirigibili rigidi

Il volo Transpolare (U. Nobile)
da "Giornale del Genio Civile"

Descrizione dei preparativi e del programma di esplorazione della prima trasvolata artica che sarebbe stata realizzata l'anno seguente

Data: 1925

Sugli ultimi progressi realizzati in Italia nella tecnica costruttiva dei dirigibili (U. Nobile)
da "Giornale del Genio Civile"

Descrizione delle innovazioni introdotte nei dirigibili semirigidi di piccola dimensione O.S. e P.M. e nel modello N (Norge/Italia) allora in costruzione

Data: 1924

Loss of the Dixmude (H. Eckener)
da "Lufthart" in NACA Technical Memorandum n. 256, presso UNT (University of North Texas) Digital Library

Data: gennaio 1924

Di alcuni recenti progressi nella tecnica dei dirigibili semirigidi italiani (U. Nobile)
da "Giornale del Genio Civile" 1922

Confronto fra le caratteristiche dei dirigibili rigidi e semirigidi. Comunicazione presentata al Primo Congresso Internazionale di Navigazione Aerea (Parigi, novembre 1921)

Data: 1921

Indirizzo e caratteri nella costruzione dei dirigibili moderni (M. Panetti)
da "Atti della Società degli ingegneri e deli architetti in Torino" in Biblioteca Politecnico Torino

Ampia analisi delle problematiche statiche e dinamiche nella progettazione dei dirigibili. Il documento contiene anche numerose foto di dirigibili dell'epoca.

Data: 1914

NACA - Studi sui dirigibili

Sul sito del NACA (National Advisor Committee for Aeronautics), digitando "airship" si accede a un elenco di 64 studi di grande interesse, quasi tutti dedicati ai dirigibili (tecnologia, economia, operazioni, ...) realizzati fra il 1921 e il 1958. Fra gli autori (per citare solo gli Italiani) Crocco, Nobile, Volterra.

2. Le Presentazioni

Génération de Trajectoires d’un Robot Plus Léger que l ’Air (Y. Bestaoui-Sabbane)
Laboratoire IBISC; CNRS, Université d'Evry

Data: novembre 2007

Presentazione sulla generazione di traiettorie di un dirigibile robotico, preceduta da un'ampia introduzione generale

Differently-Minded Flying (C. Singer)
DLR

Data: giugno 2007

Presentazione di un progetto di dirigibile ibrido tenuta nel corso del X DGLR Workshop sulle tecnologie dei "più leggeri dell'aria" svoltosi a Monaco dal 15 al 16 giugno 2007

3. Gli Atti dei convegni

Aviation Innovations Conference: 2019 Cargo Airships
Toronto (ON-Canada) 14 - 15 Marzo 2019

Airships: A New Horizon for Science - Summit on Tethers,
Pasadena (USA-CA) 18 novembre 2013

Workshop sulle potenzialità e sfide tecnologiche dell’impiego di aerostati stratosferici vincolati per ricerca scientifica organizzato da "California Institute of Technology - Keck Institute for space studies"

Airships: A New Horizon for Science,
Pasadena (USA-CA) 30 aprile - 3 maggio 2013

Workshop sulle possibilità di utilizzo di dirigibili nel campo della ricerca scientifica organizzato da "California Institute of Technology - Keck Institute for space studies". Al workshop hanno partecipato sia rappresentanti della comunità scientifica come potenziali utilizzatori, sia esperti in tecnologia dei dirigibili e imprese attive nella loro progettazione e produzione

From the Airships to the Arctic VI Conference, 5-6 DICEMBRE 2011,
Seattle (USA-WA), 5-6 Dicembre 2011

From the Airships to the Arctic V Conference,
Calgary (Canada -AB), 7-9 ottobre 2009

Convegno VEATAL,
Pechino (CN) 24-26 aprile 2008

Convegno sui dirigibili da trasporto organizzato nell'ambito del progetto Euro-Cino-Russo VEATAL, finanziato dalla Commissione Europea.

Convegno VEATAL,
Mosca (RU) 6 dicembre 2007

Convegno sui dirigibili da trasporto organizzato nell'ambito del progetto Euro-Cino-Russo VEATAL, finanziato dalla Commissione Europea.

Airships to the Arctic Symposium IV "Making it Happen"
Winnipeg, Manitoba (CA) 29-31 Ottobre 2007

Convegno organizzato da ISO Polar sulle potenzialità di mercato dei dirigibili da trasporto, con particolare riferimento agli impieghi per la soluzione dei peculiari problemi logistici posti dalle zone artiche

Convegno VEATAL,
Tolosa (FR) 4 ottobre 2007

Convegno sui dirigibili da trasporto organizzato nell'ambito del progetto Euro-Cino-Russo VEATAL, finanziato dalla Commissione Europea.

Airships to the Arctic Symposium III "Sustainable Northern Transportation"
Winnipeg, Manitoba (CA) 31 maggio - 2 giugno 2005

Convegno organizzato dall'Istituto Trasporti dell'Università del Manitoba sulle potenzialità di mercato dei dirigibili da trasporto, con particolare riferimento agli impieghi per la soluzione dei peculiari problemi logistici posti dalle zone artiche

Airships to the Arctic Symposium II "Moving Beyond the Roads"
Winnipeg, Manitoba (CA) 21-23 Ottobre 2003

Convegno organizzato dall'Istituto Trasporti dell'Università del Manitoba sulle potenzialità di mercato dei dirigibili da trasporto, con particolare riferimento agli impieghi per la soluzione dei peculiari problemi logistici posti dalle zone artiche

Airships to the Arctic Symposium I "Applications for Northern Transportation"
Winnipeg, Manitoba (CA) 22-24 Ottobre 2002

Convegno organizzato dall'Istituto Trasporti dell'Università del Manitoba sulle potenzialità di mercato dei dirigibili da trasporto, con particolare riferimento agli impieghi per la soluzione dei peculiari problemi logistici posti dalle zone artiche

 

Aggiornato il 16 Aprile 2024 © 2004 Marco Calcaterra